La curva “PREZZI-CONSUMO”


Consideriamo un paniere di mercato composto da due soli beni, cibo e vestiario, e facciamo variare il prezzo di uno dei due beni (mantenendo costante l’altro e il reddito del consumatore ):

si possono rappresentare  graficamente tante curve di indifferenza quante sono le variazioni del prezzo del bene che sto considerando. L’unione dei punti dove le diverse curve di indifferenza toccano le rette di bilancio (che rappresentano il punto di massima soddisfazione del consumatore) è la rappresentazione grafica di una curva detta “curva prezzi-consumo”.

Due beni sono invece indipendenti quando la variazione del prezzo di uno, non incide sulla quantità domandata del secondo bene. Si avrà così una retta parallela all’asse su cui è indicato il bene che sta cambiando il prezzo.